Settembre 17, 2014
Lezione.

spaam:

L’altro giorno, il prof corano dell’altro gruppo è venuto da me per chiedermi come avevo fatto alcune foto al microscopio.

Prima si è complimentato, dicendo che erano proprio un gran bel lavoro (con esplosione del mio ego) e poi mi ha chiesto se avevo tempo per spiegargli il…

Molto vero.

Settembre 17, 2014
reblog automatico.

reblog automatico.

(via iceageiscoming)

Settembre 16, 2014

iceageiscoming:

bringmeknitting:

umiko-hitara:

poisonpawz:

zftw:

voyagebysexualdiscovery:

Uh oh

wouldn’t that be awkward

Can I get some credible sources?

Here’s one

and another

and one more for the road

oh my god

Un altro che non sono riusciti a far sparire durante il medioevo… Sto cazzo di umanesimo non la finisce di far danni, eh

Settembre 15, 2014
"È noto che i fisici disprezzano tutti gli altri scienziati. Quando sua moglie lo lasciò per mettersi con un chimico, il grande fisico austriaco Wolfgang Pauli restò a bocca aperta per la sorpresa. «Se si fosse presa un torero, avrei anche potuto capirla» disse a un amico con tutto lo stupore di cui era capace, «ma un chimico…» Era un sentimento che Rutherford avrebbe condiviso. «Tutta la scienza» disse una volta «o è fisica o è collezione di francobolli»:"

— Bill Bryson (via nunsedistraemo)

Per non parlare del disprezzo verso gli ingegneri. Una volta, mentre uscivo dalla facoltà di Fisica, vidi un mio professore avere un diverbio con un ingegnere e l’apostrofò con un “senza la Fisica voi non sareste nulla! Voi applicate solo le formule che noi scopriamo!”.

(via masuoka)

Settembre 15, 2014
madonnaliberaprofessionista:

gazzellanera:

supercazzolaprematurata:

natskep:

Visit http://natskep.com - #atheist #atheism #atheists #church #christian #religion #catholic #baptist #heaven #hell #jew #agnostic #agnostics #theist #theism #godless #freethinker #bible #faith

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Chi è afflitto da un Disordine Multiplo di Personalità?La cristianità, Gesù Cristo o chi ha interpretato malamente la sua storia ed il suo messaggio?E voi stareste qui, se non ci fosse stata la cristianità a difendervi per secoli dalla barbarie islamica?
Who is plagued by a Multiple Personality Disorder? Christianity, Jesus Christ, or those who have played badly his story and his message? And you sit here, if you had not been there to defend Christendom for centuries by Islamic barbarism?

La cristianità ci difenderebbe dalla barbarie islamica?
Una delle affermazioni più false è quella in base alla quale: «L’Europa è debitrice verso il cristianesimo perché, lo si voglia o no, esso le ha dato forma, significato e valori».
La storia mostra l’esatto contrario.
La democrazia, come concetto (Platone, Aristotele), è nata nell’antica Grecia, simultaneamente al pensiero matematico e della Logica e ai primi progressi delle scienze della natura. La Storia dice che dalla caduta delle città-Stato greche alla rinascita delle idee democratiche e alla costituzione delle prime democrazie moderne sono trascorsi un paio di millenni e, durante almeno metà di questo lungo periodo, l’Europa è stata quasi esclusivamente soggetta a regimi autocratici od oligarchici cristiani, i cui re e imperatori hanno spesso cercato e ottenuto l’incoronazione papale. La Storia dice che la parte per noi più significativa dell’opera di Aristotele, comprendente tra l’altro la Fisica, l’Etica e la Politica, è giunta all’Europa cristiana del tardo Medio Evo e del Rinascimento, nonostante l’avversione e i divieti della Chiesa, attraverso la ritraduzione in latino delle traduzioni in arabo degli originari testi greci curate, custodite e commentate dagli studiosi arabi e, in particolare, da Avicenna nel secolo XI e da Averroe, a Cordova (allora capitale della Spagna musulmana) nel secolo successivo. Tutti riconoscono l’influenza del rinnovato interesse per l’antichità precristiana sulla formazione dell’umanesimo rinascimentale, che a sua volta ha dato origine al pensiero e alla metodologia scientifica dei tempi moderni e agli ideali di tolleranza, libertà e giustizia esaltati dall’illuminismo, nonostante l’ostinata repressione delle autorità religiose. Solo tra il 1572 e il 1605 l’Inquisizione mandò al rogo, per le loro idee, una cinquantina di eretici tra i quali Giordano Bruno. Galileo è stato processato e condannato per le sue scoperte scientifiche, Cartesio si è ritirato a lungo in Olanda per poter godere di un clima più libero, ma da quello stesso ambiente Spinoza, il primo grande filosofo moderno fautore della democrazia, ha dovuto ricorrere a mille cautele per riuscire a far conoscere il proprio pensiero, a causa della minacciosa ostilità delle autorità religiose. Le scoperte di Darwin sono ancora oggi considerate sacrileghe in certi ambienti cristiani, e in alcuni stati degli USA qualcuno si adopera per cercar di vietarne l’insegnamento nelle scuole. La Storia dice che nei ricorrenti conflitti tra potere assoluto in stati cristiani e aneliti libertari la Chiesa si è quasi sempre schierata dalla parte del potere, e gli Stati Pontifici stessi sono stati fino alla fine un esempio di assolutismo e di arbitrio poliziesco.
La Storia dice dunque, attraverso i pochi fatti che abbiamo ricordato e innumerevoli altri che si potrebbero aggiungere, che gli ideali di democrazia, di giustizia, di libertà, di solidarietà umana ai quali l’Europa di oggi aspira e nei quali tutti gli europei di oggi vorrebbero riconoscersi, si sono fatti strada nonostante, e non grazie, alle radici cristiane. Se è vero che questi ideali sono anche, in parte, valori cristiani, si tratta di un cristianesimo ideale che almeno fino a tempi recenti poco aveva a che fare con il “cristianesimo reale”, così come il socialismo degli idealisti poco aveva a che fare con il “socialismo reale” dell’Unione Sovietica e dei suoi satelliti. E se è vero che negli ultimi 50 anni, con la svolta impressale da Giovanni XIII, la Chiesa cattolica si è in parte riavvicinata ai valori comuni del cristianesimo ideale, del socialismo ideale, dell’Islam ideale, del giudaismo ideale e della morale platonica e aristotelica, non si può, senza insultare la Storia, affermare che questo è conseguenza delle radici cristiane dell’Europa: si tratta piuttosto di un frutto derivante da quelle altre radici lontane della nostra civiltà che risalgono alla Grecia pagana e che, con il contributo essenziale, nel Medio Evo, della cultura islamica e della sua presenza nella penisola iberica sono riuscite a riemergere, dopo tanti secoli di incontrastato assolutismo, di superstizione, di cruento fanatismo e di ostinata repressione, dando anche origine alla linfa che ha alimentato il rigore metodologico della scienza moderna, l’effettiva istituzione di regimi sia pur imperfettamente democratici, e i primi lenti e sofferti passi verso il superamento delle superstizioni e dei pregiudizi. Tutto questo è accaduto nonostante e a dispetto delle nostre radici cristiane. (cit)
Ps: L’argomento è per me concluso. Non discuto con gli insulter.




"nonostante, e non grazie, alle radici cristiane". Ed io che credevo che un po’ di oscurantismo non facesse che bene al progredire delle civiltà. Che strano.

madonnaliberaprofessionista:

gazzellanera:

supercazzolaprematurata:

natskep:

Visit http://natskep.com - #atheist #atheism #atheists #church #christian #religion #catholic #baptist #heaven #hell #jew #agnostic #agnostics #theist #theism #godless #freethinker #bible #faith

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Chi è afflitto da un Disordine Multiplo di Personalità?
La cristianità, Gesù Cristo o chi ha interpretato malamente la sua storia ed il suo messaggio?
E voi stareste qui, se non ci fosse stata la cristianità a difendervi per secoli dalla barbarie islamica?

Who is plagued by a Multiple Personality Disorder?
Christianity, Jesus Christ, or those who have played badly his story and his message?
And you sit here, if you had not been there to defend Christendom for centuries by Islamic barbarism?

La cristianità ci difenderebbe dalla barbarie islamica?

Una delle affermazioni più false è quella in base alla quale: «L’Europa è debitrice verso il cristianesimo perché, lo si voglia o no, esso le ha dato forma, significato e valori».

La storia mostra l’esatto contrario.

La democrazia, come concetto (Platone, Aristotele), è nata nell’antica Grecia, simultaneamente al pensiero matematico e della Logica e ai primi progressi delle scienze della natura. La Storia dice che dalla caduta delle città-Stato greche alla rinascita delle idee democratiche e alla costituzione delle prime democrazie moderne sono trascorsi un paio di millenni e, durante almeno metà di questo lungo periodo, l’Europa è stata quasi esclusivamente soggetta a regimi autocratici od oligarchici cristiani, i cui re e imperatori hanno spesso cercato e ottenuto l’incoronazione papale. La Storia dice che la parte per noi più significativa dell’opera di Aristotele, comprendente tra l’altro la Fisica, l’Etica e la Politica, è giunta all’Europa cristiana del tardo Medio Evo e del Rinascimento, nonostante l’avversione e i divieti della Chiesa, attraverso la ritraduzione in latino delle traduzioni in arabo degli originari testi greci curate, custodite e commentate dagli studiosi arabi e, in particolare, da Avicenna nel secolo XI e da Averroe, a Cordova (allora capitale della Spagna musulmana) nel secolo successivo. Tutti riconoscono l’influenza del rinnovato interesse per l’antichità precristiana sulla formazione dell’umanesimo rinascimentale, che a sua volta ha dato origine al pensiero e alla metodologia scientifica dei tempi moderni e agli ideali di tolleranza, libertà e giustizia esaltati dall’illuminismo, nonostante l’ostinata repressione delle autorità religiose. Solo tra il 1572 e il 1605 l’Inquisizione mandò al rogo, per le loro idee, una cinquantina di eretici tra i quali Giordano Bruno. Galileo è stato processato e condannato per le sue scoperte scientifiche, Cartesio si è ritirato a lungo in Olanda per poter godere di un clima più libero, ma da quello stesso ambiente Spinoza, il primo grande filosofo moderno fautore della democrazia, ha dovuto ricorrere a mille cautele per riuscire a far conoscere il proprio pensiero, a causa della minacciosa ostilità delle autorità religiose. Le scoperte di Darwin sono ancora oggi considerate sacrileghe in certi ambienti cristiani, e in alcuni stati degli USA qualcuno si adopera per cercar di vietarne l’insegnamento nelle scuole. La Storia dice che nei ricorrenti conflitti tra potere assoluto in stati cristiani e aneliti libertari la Chiesa si è quasi sempre schierata dalla parte del potere, e gli Stati Pontifici stessi sono stati fino alla fine un esempio di assolutismo e di arbitrio poliziesco.

La Storia dice dunque, attraverso i pochi fatti che abbiamo ricordato e innumerevoli altri che si potrebbero aggiungere, che gli ideali di democrazia, di giustizia, di libertà, di solidarietà umana ai quali l’Europa di oggi aspira e nei quali tutti gli europei di oggi vorrebbero riconoscersi, si sono fatti strada nonostante, e non grazie, alle radici cristiane. Se è vero che questi ideali sono anche, in parte, valori cristiani, si tratta di un cristianesimo ideale che almeno fino a tempi recenti poco aveva a che fare con il “cristianesimo reale”, così come il socialismo degli idealisti poco aveva a che fare con il “socialismo reale” dell’Unione Sovietica e dei suoi satelliti. E se è vero che negli ultimi 50 anni, con la svolta impressale da Giovanni XIII, la Chiesa cattolica si è in parte riavvicinata ai valori comuni del cristianesimo ideale, del socialismo ideale, dell’Islam ideale, del giudaismo ideale e della morale platonica e aristotelica, non si può, senza insultare la Storia, affermare che questo è conseguenza delle radici cristiane dell’Europa: si tratta piuttosto di un frutto derivante da quelle altre radici lontane della nostra civiltà che risalgono alla Grecia pagana e che, con il contributo essenziale, nel Medio Evo, della cultura islamica e della sua presenza nella penisola iberica sono riuscite a riemergere, dopo tanti secoli di incontrastato assolutismo, di superstizione, di cruento fanatismo e di ostinata repressione, dando anche origine alla linfa che ha alimentato il rigore metodologico della scienza moderna, l’effettiva istituzione di regimi sia pur imperfettamente democratici, e i primi lenti e sofferti passi verso il superamento delle superstizioni e dei pregiudizi. Tutto questo è accaduto nonostante e a dispetto delle nostre radici cristiane. (cit)

Ps: L’argomento è per me concluso. Non discuto con gli insulter.

"nonostante, e non grazie, alle radici cristiane". Ed io che credevo che un po’ di oscurantismo non facesse che bene al progredire delle civiltà. Che strano.

Settembre 15, 2014
proud-atheist:

Weirdest magazine ever.http://proud-atheist.tumblr.com

I bet it would work well with a picture of a cat on the back, too.

proud-atheist:

Weirdest magazine ever.
http://proud-atheist.tumblr.com

I bet it would work well with a picture of a cat on the back, too.

Settembre 15, 2014
anonymousatheist420:

Via AtheismRebooted
www.reddit.com

Colgo l’occasione di questa vignetta, che ridicolizza la posizione che si è venuta a creare in alcuni stati degli USA dove si è cercato di inculcare il creazionismo proprio affiancandolo nell’insegnamento dell’evoluzione delle specie, elevandolo ad uno status che non gli compete, per dire un paio di cose. Ecco, non sono molto informato su quali siano state le conseguenze sugli alunni, ma trovo criminale solo proporre -figurarsi attuare- un’idea del genere per i seguenti motivi. Innanzitutto, pur concedendo che gli insegnanti siano corretti ed imparziali, non trovo molto efficace che siano i bambini stessi a decidere cosa studiare, considerando che le superstizioni sono nate per tentare di spiegare in modo semplice problemi complessi, e le spiegazioni semplici sono una grossa tentazione (non solo per i bambini, ovviamente). E non è nemmeno molto onesto da parte degli adulti che, pur sapendo quale insegnamento è quello corretto, se ne lavino le mani e lascino ai bambini l’onere della scelta, con un’assurda perdita di tempo e condizionamento futuro in caso di scelta errata. Per non parlare poi della stupidità del mettere sullo stesso piano due “teorie” che evidentemente ugualmente teorie non sono: una è una scienza che si può definire teoria solo se se considera la giusta accezione di teoria (ovvero formulazione sistematica di principi generali in grado di interpretare i fatti sperimentali noti e di prevederne di nuovi, e non quella di “opinione personale”). Detto questo, nella storia dell’umanità queste credenze furono spesso passaggi obbligati, metodi ingenui di indagine della natura o anche sinceri abbozzi di una scienza ancora non nata. Ma se si vuole progredire e scoprire cose nuove, perché far finta di non aver ancora capito nulla e ricominciare ogni generazione tutto daccapo o quasi? Poi per quale motivo? Perché -riguardo il creazionismo- vorremmo sentirci speciali, unici nel regno animale, così superiori e preziosi per dare un senso alla nostra esistenza? Basterebbe usare il nostro raziocinio per distinguerci intellettualmente dalle altre specie, ma paradossalmente chi non vorrebbe che discendessimo da altri animali sono proprio coloro che più ci si avvicinano.

anonymousatheist420:

Via AtheismRebooted

Colgo l’occasione di questa vignetta, che ridicolizza la posizione che si è venuta a creare in alcuni stati degli USA dove si è cercato di inculcare il creazionismo proprio affiancandolo nell’insegnamento dell’evoluzione delle specie, elevandolo ad uno status che non gli compete, per dire un paio di cose. Ecco, non sono molto informato su quali siano state le conseguenze sugli alunni, ma trovo criminale solo proporre -figurarsi attuare- un’idea del genere per i seguenti motivi. Innanzitutto, pur concedendo che gli insegnanti siano corretti ed imparziali, non trovo molto efficace che siano i bambini stessi a decidere cosa studiare, considerando che le superstizioni sono nate per tentare di spiegare in modo semplice problemi complessi, e le spiegazioni semplici sono una grossa tentazione (non solo per i bambini, ovviamente). E non è nemmeno molto onesto da parte degli adulti che, pur sapendo quale insegnamento è quello corretto, se ne lavino le mani e lascino ai bambini l’onere della scelta, con un’assurda perdita di tempo e condizionamento futuro in caso di scelta errata. Per non parlare poi della stupidità del mettere sullo stesso piano due “teorie” che evidentemente ugualmente teorie non sono: una è una scienza che si può definire teoria solo se se considera la giusta accezione di teoria (ovvero formulazione sistematica di principi generali in grado di interpretare i fatti sperimentali noti e di prevederne di nuovi, e non quella di “opinione personale”). Detto questo, nella storia dell’umanità queste credenze furono spesso passaggi obbligati, metodi ingenui di indagine della natura o anche sinceri abbozzi di una scienza ancora non nata. Ma se si vuole progredire e scoprire cose nuove, perché far finta di non aver ancora capito nulla e ricominciare ogni generazione tutto daccapo o quasi? Poi per quale motivo? Perché -riguardo il creazionismo- vorremmo sentirci speciali, unici nel regno animale, così superiori e preziosi per dare un senso alla nostra esistenza? Basterebbe usare il nostro raziocinio per distinguerci intellettualmente dalle altre specie, ma paradossalmente chi non vorrebbe che discendessimo da altri animali sono proprio coloro che più ci si avvicinano.

(via sabrinaonmymind)

Settembre 14, 2014
neil-gaiman:

youaintpunk:

sarajevomoja:

talk about perspective. shit.

Fucking hell.

I remember the first time I saw a map of Africa to scale. My jaw dropped.

Tutto dovuto alla distorsione della proiezione di Mercatore. Provate a guardare la proiezione di Peters (http://it.m.wikipedia.org/wiki/Proiezione_di_Gall-Peters) che conserva le aree.

neil-gaiman:

youaintpunk:

sarajevomoja:

talk about perspective. shit.

Fucking hell.

I remember the first time I saw a map of Africa to scale. My jaw dropped.

Tutto dovuto alla distorsione della proiezione di Mercatore. Provate a guardare la proiezione di Peters (http://it.m.wikipedia.org/wiki/Proiezione_di_Gall-Peters) che conserva le aree.

(via maewe)

Settembre 14, 2014
"[Le persone] che sono altrimenti molto brave in matematica possono risultare bocciate completamente in un problema che probabilmente in altro modo sarebbero state in grado di risolvere, semplicemente perché il dare la giusta risposta va contro le loro convinzioni politiche"

http://megachip.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=109125&typeb=0

Oh mio dio.
People are fucked.

(via firewalker)

"Quando le persone sono disinformate, il porgere loro i fatti affinché correggano tali errori ha come unico risultato che si aggrappino alle loro convinzioni ancora più ostinatamente."

Grillini, grillini everywhere.

Settembre 14, 2014
Ieri sera ero a Valvasone (PN), dove ogni anno ha luogo una rievocazione storica in costume a tema medievale. A questa manifestazione prende parte lo Scriptorium Foroiuliense (Scuola Italiana Amanuensi di Ragogna, UD) che, con un piccolo percorso dimostrativo, illustra la fabbricazione della carta filigranata a partire dal cuore del cotone (un mastro cartaio di Fabriano mi ha fatto provare l’intero umidiccio processo, per poi regalarmi i due fogli che si vedono sullo fondo della foto), la composizione degli inchiostri ferrogallici e scrittura con piume d’oca e pennini metallici (l’amanuense scriveva i nomi dei partecipanti, io ho chiesto questa locuzione latina di  Publio Virgilio Marone), seguita dal disegno e la colorazione delle miniature ed infine dalla rilegatura, il tutto con riproduzioni fedeli di strumenti d’epoca medievale.

Ieri sera ero a Valvasone (PN), dove ogni anno ha luogo una rievocazione storica in costume a tema medievale. A questa manifestazione prende parte lo Scriptorium Foroiuliense (Scuola Italiana Amanuensi di Ragogna, UD) che, con un piccolo percorso dimostrativo, illustra la fabbricazione della carta filigranata a partire dal cuore del cotone (un mastro cartaio di Fabriano mi ha fatto provare l’intero umidiccio processo, per poi regalarmi i due fogli che si vedono sullo fondo della foto), la composizione degli inchiostri ferrogallici e scrittura con piume d’oca e pennini metallici (l’amanuense scriveva i nomi dei partecipanti, io ho chiesto questa locuzione latina di  Publio Virgilio Marone), seguita dal disegno e la colorazione delle miniature ed infine dalla rilegatura, il tutto con riproduzioni fedeli di strumenti d’epoca medievale.

Settembre 13, 2014
justanothermom2014:

guidetrainlove:

One that maintains a conversation record.YES
FUCKING
PLEASE

Yes Please YES…FUCKING YES

justanothermom2014:

guidetrainlove:

One that maintains a conversation record.

YES

FUCKING

PLEASE

Yes Please YES…FUCKING YES

(Fonte: damianshadow, via fuckyeahcalligraphy)

Settembre 13, 2014

dekutree:

howtobeafuckinglady:

FUCK I JUST WOKE UP MY ENTIRE HOUSE

harrison ford deserves every single oscar for this one scene

Muoio.

(Fonte: naturemetaltolkien, via lordbirra)

Settembre 12, 2014
"

anziani napoletani al parco.

- Che schifo di città, mammamì. Hai sentito della rapina che hanno fatto a Don Salvatore ncopp a sanità? -

- Eh, e certo che ho sentito Gennà. Che schifo, che indecenza, chill teneva ottant’anni: gli hanno scippato la pensione, e l’hanno pure preso a calci! ma dove andremo a finire, dico io?

- e pensa che chi ha fatto la rapina era un ragazzino! Un ragazzino delinquente, ma che schifezza, ma dove viviamo? ma dove andremo a finire se non c’è più rispetto nemmeno per gli anziani?-

- Che schifo, che indecenza, Gennà. -

- che schif. E a proposito, hai sentito del carabiniere che ha sparato l’altro giorno? -

- che schifo gennà, è un’indecenza. -

- Chillu povero guajone, che per l’amor di dio, nun era proprio nu santo, certo ha fatto qualche rapina, qualche scippo, qualche cosuccia così, ma mo’ non stava facendo niente di male! quello si stava andando a divertire con gli amici, e non s’è fermato allo stop, e chillu sbirr e mmerd gli ha sparato! -

- E’ un’indecenza Gennà, un’indecenza. Ma dove andremo a finire se non c’è più rispetto nemmeno per i giovani? Se non possiamo più fidarci nemmeno delle autorità? -

- che schifo di città. Una bomba ci vuole, una bomba atomica che spazza via tutt cos e tutti quanti. I buoni e i malament -

- hai ragione, Gennà, che schifo. Una bomba, è l’unico modo -

- e a proposito hai saputo di quella bomba che hanno sganciato sul quartiere Scampia ? Ha spazzato via tutt cos, i buoni, ma pure la povera gente, quella povera gente che si guadagnava onestamente da vivere -

- che schifo, ma come si fa a sganciare una bomba? è un’indecenza, ma dove andremo a finire se non si ha più rispetto per la povera gente che si guadagna da vivere onestamente? -

- Che schifo, un’indecenza. Una bomba ce vulesse. -

- un’altra bomba, Gennà? -

- Una bomba sganciata su chi ha sganciato la bomba. Che schifo -

- e tieni ragione, che schifo di città. Un’indecenza, ma come si fa? -

"

— Francesco Ebbasta (via alfaprivativa)

Accurate.

(via curiositasmundi)

Settembre 12, 2014

Anonimo ha chiesto: fa male mangiare tanta frutta e verdura?

firewalker:

noneun:

firewalker:

noneun ti chiederei, se ti va, di scrivermi in uno stile calligrafico le seguenti parole da riproporre all’occorrenza:

Omnia venenum sunt: nec sine veneno quicquam existit. Dosis sola facit, ut venenum non fit.

Se è troppo lunga basta anche la seconda parte, da Dosis

@anon: tutto fa male se è troppo. Il troppo della frutta e della verdura però è più abbondante del troppo della cioccolata e del lardo.

Molto volentieri! Eccola:

image

Ho usato una grafia gotica “quadrata” anche se quando visse Paracelso era già in disuso. Essendo elvetico, forse avrebbe usato la grafia Fraktur (sempre della famiglia delle grafie gotiche), che però non ho ancora studiato. Se non ti piace in questo gotico te la posso sempre rifare quando studierò la Fraktur.

io non ho idea di come possa venire meglio di così, ma se tu dici che si può fare mi fido. Intanto questa me la salvo :-D

Ecco qui, avevo un’ora libera e ho fatto questa prova in grafia Fraktur. Considera che non l’avevo mai provata prima e ci sono un sacco di difetti (non che nella precedente non ci fossero). Ad ogni modo, sarà che è una grafia nuova per me, ma non mi dispiace affatto, anche considerando che probabilmente è storicamente più attendibile per un testo di Paracelso e quindi ha un suo appeal:

Settembre 11, 2014

Anonimo ha chiesto: fa male mangiare tanta frutta e verdura?

firewalker:

noneun ti chiederei, se ti va, di scrivermi in uno stile calligrafico le seguenti parole da riproporre all’occorrenza:

Omnia venenum sunt: nec sine veneno quicquam existit. Dosis sola facit, ut venenum non fit.

Se è troppo lunga basta anche la seconda parte, da Dosis

@anon: tutto fa male se è troppo. Il troppo della frutta e della verdura però è più abbondante del troppo della cioccolata e del lardo.

Molto volentieri! Eccola:

Ho usato una grafia gotica “quadrata” anche se quando visse Paracelso era già in disuso. Essendo elvetico, forse avrebbe usato la grafia Fraktur (sempre della famiglia delle grafie gotiche), che però non ho ancora studiato. Se non ti piace in questo gotico te la posso sempre rifare quando studierò la Fraktur.

Post piaciuti su Tumblr: Altri post piaciuti »